Come rimanere in forma quando siamo a casa

In questi giorni siamo chiusi in casa per le conseguenze della pandemia legata al Coronavirus.

Ci alziamo dal letto e andiamo fino al tavolo trasformato in scrivania del soggiorno, ci alziamo e andiamo in cucina all’ora di pranzo e all’ora di cena, e la sera sul divano in soggiorno guardiamo la televisione.

Questo modello di vita cosa ci porta? Qualche kilo in più, pigrizia e la sensazione di fatica per qualsiasi movimento che vogliamo fare.

Abbiamo perso in questo periodo la passeggiata a piedi per raggiungere l’ufficio o il mezzo di trasporto per arrivarci, abbiamo perso la passeggiata per incontrare il collega al piano di sotto, abbiamo perso l’uscita per il pranzo e la relativa passeggiata per raggiungerlo.

Per tutte le persone che svolgevano attività fisica in palestre, piscine, campetti di periferia, abbiamo perso in pochi giorni tutto questo.

E’ arrivato il momento di riorganizzare la nostra vita, passati i primi giorni, siamo costretti a rispettare una routine quotidiana, con orari e impegni fissi o quasi; tra questi impegni non deve mancare l’attività fisica che dobbiamo svolgere con regolarità.

I mezzi a disposizione non ci mancano, per Noi è disponibile questo sito che ci mette a disposizione videolezioni di tutte le specialità che potete trovare in una palestra.

Si possono selezionare le specialità nella lista generale oppure si possono selezionare gli istruttori e selezionare una delle lezioni che hanno registrato.

Quali sono le raccomandazioni da seguire?

Per quanto possibile fare almeno 30 minuti al giorno per 5 giorni alla settimana, sforzarsi di trasformare molte occasioni della giornata in occasioni per fare del movimento.

Mantenendo l’isolamento, fate 2 o 3 volte le scale della vostra abitazione, fare questo movimento 2 o 3 volte al giorno per 2 0 3 piani di scale, è un esercizio più che sufficiente per la maggior parte delle persone.

L’ideale è svolgere esercizio aerobico, dalla camminata alla corsa (in casa col tapis roulant), dal corpo libero allo stretching. Esercizi di allungamento e di mobilità articolare, soprattutto ora che stiamo quasi sempre seduti rappresentano un’ottima scelta.

Per farli correttamente, in piedi o su un tappetino, seguendo le video lezioni pubblicate, facendo attenzione nei primi giorni a non esagerare soprattutto per chi è fuori allenamento.

Oltre allo stretching, bisogna lavorare anche sul rinforzo dei muscoli. Per il potenziamento muscolare, soprattutto in un periodo in cui siamo quasi sempre seduti, si possono fare affondi su un gradino, squat per le gambe ed esercizi a corpo libero per il tronco e per gli arti superiori, fare leggeri esercizi con le braccia utilizzando dei pesi oppure se non disponibile anche ad esempio delle bottigliette d’acqua.

Ma quindi cosa serve per fare palestra in casa? Sicuramente dello spazio, che sia di almeno 15 metri quadri per permettere di muoversi liberamente senza il rischio e pericolo di farsi male sbattendo contro mobili, lampadari, stipiti e altri oggetti. Altro aspetto non banale è che il locale sia ben areato, altrimenti in poco tempo l’odore di sudore farà passare davvero la voglia di allenarsi. Poi sicuramente un materassino da palestra per gli esercizi a terra a corpo libero ma anche qualcosa di più grande, morbido e antiscivolo se già si vogliono fare allenamenti più intensi con o senza pesi: il rischio di scivolare e farsi male infatti non è remoto né banale. Attenzione anche al sudore che cola a terra, che aumenta il rischio di scivolare e che comunque obbliga a pulire e disinfettare per terra a fine allenamento.